La storia della BCC di Laurenzana e Nova Siri

Era il 4 agosto 1957 quando un gruppo di artigiani e commercianti di Laurenzana, su iniziativa del socio promotore cav. Rocco Rossi, diede vita alla costituzione di una società cooperativa denominata “Cassa Rurale e Artigiana di Laurenzana”. Servirono il coraggio e la lungimiranza di 64 soci fondatori: 18 agricoltori, 8 sarti, 7 calzolai, 5 falegnami, 5 meccanici, 4 muratori, 4 impiegati, 2 guardie campestri, 1 commerciante, 1 pasticciere, 1 carpentiere, 1 guardia forestale, 1 marmista, 1 stagnino, 1 imbianchino, 1 orologiaio, 1 insegnante, 1 veterinatrio, 1 proprietario.

L’allora governatore della Banca d’Italia Donato Menichella, con provvedimento dell’8 gennaio 1958, autorizzò lo svolgimento dell’attività bancaria e lo sportello fu aperto il 22 settembre 1958 con due impiegati.

Nel corso degli anni alla sede di Laurenzana si sono aggiunti nuovi sportelli nella provincia di Potenza, nell’ordine: Calvello (1974), Corleto Perticara (1982), Anzi (1991), Pietrapertosa (1993), trasferito nel 2002 a Potenza, Marsicovetere – Frazione Villa D’Agri (2003) e Brienza (2005).

Nel 2010 la BCC di Laurenzana, su autorizzazione del Direttore della Banca d’Italia, Fabrizio Saccomanni, ha incorporato la BCC di San Giorgio Lucano e Nova Siri, e ha ampliato la rete territoriale con gli sportelli di Nova Siri, San Giorgio Lucano e Francavilla in Sinni.

L’operazione di incorporazione di una BCC consorella in serie difficoltà gestionali e operative ha consentito non solo di salvare i posti di lavoro (n. 13) della predetta BCC, ma anche di fornire un maggior supporto operativo sul territorio di quella BCC, in virtù delle maggiori dimensioni e capacità operative, agli imprenditori e alle famiglie dell’area del Sinni. L’operazione, osteggiata e ostacolata da variegati ambienti solo in apparenza interessati al bene comune ma in realtà connotati da interessi particolaristici, si è rivelata una felice intuizione; oggi la Banca vive una serenità operativa e gestionale ed una capacità operativa prima impensabile e ha ampliato significativamente il proprio raggio di azione territoriale. La fusione è pienamente riuscita e il territorio, così come i dipendenti, i soci e i clienti della ex BCC di San Giorgio Lucano e Nova Siri sono parte integrante, importante e da valorizzare, della BCC di Laurenzana e Nova Siri.

Ad oggi la Banca ha potenzialità da esprimere sul territorio di competenza e intende porsi quale interlocutore bancario lucano per i lucani.